"> ">
TMW Radio
Germania, è incubo Mondiale: dalla Corea del 2018 alla rimonta del Giappone, l'Asia stende ancora i tedeschi
23 nov 2022 15:43Calcio

Era finita con una clamorosa sconfitta contro la Corea del Sud l’avventura Mondiale nel 2018, la Germania inizia con un ko pesantissimo il Mondiale in Qatar contro il Giappone. Gli uomini di Flick dominano per un’ora, creano tantissime occasioni da gol ma hanno il grande difetto di non chiudere il match dopo il vantaggio di Gundogan. A venti minuti dalla fine la Germania cala ed esce prepotentemente il Giappone, bravo a rimanere sempre in partita e a trovare il gol del pareggio a un quarto d’ora dalla fine con Ritsu Doan. La perla di Asano ci regala la seconda clamorosa sorpresa dopo il successo dell’Arabia Saudita contro l’Argentina. Il Giappone ribalta la Germania e complica clamorosamente il cammino tedesco.

 

Il primo tempo è un monologo teutonico, con la Germania che chiude i primi 45 minuti con l’81% del possesso palla. Il Giappone non riesce mai a costruire, soffre terribilmente il palleggio tedesco e il monologo della Germania di Flick porta al gol di Ilkay Gundogan, che dal dischetto trasforma il calcio di rigore fischiato per il fallo del portiere Gonda su Raum. Ben 14 tiri per i tedeschi all’intervallo, 5 dei quali in porta e un dominio che sembra far da preludio al raddoppio che dovrebbe arrivare nella ripresa.

 

Dovrebbe, perché la Germania ha il grande demerito di non raddoppiarla. Musiala prima, Gnabry e Muller poi non riescono a trovare il raddoppio e allora il Giappone ci crede. I nipponici restano in partita e dopo l’unico tiro fatto nel primo tempo, nella ripresa con il passaggio alla difesa a tre la squadra asiatica cambia completamente. Già dal 65esimo la sensazione è che il match sia cambiato e che la Germania non possa più star serena. Sensazione che viene confermata al 75esimo, quando Doan ribatte a rete una respinta di Neuer che aveva salvato su Asano a porta quasi sguarnita. I fantasmi di Russia 2018 tornano nella testa dei tedeschi e il Giappone ne approfitta. Lancio lungo di Itakura per Asano, che attacca la profondità e dopo uno strepitoso stop volante calcia un bolide sotto la traversa. La Germania è al tappeto, il Mondiale in Qatar ci regala la seconda clamorosa sorpresa dopo il ko dell’Argentina contro l’Arabia Saudita.