"> ">
TMW Radio
Brambati: "Juve, con Allegri fino a fine stagione e poi punterei Conte. Lui ha il dna giusto"
22 set 2022 15:58Calcio

Massimo Brambati, ex calciatore e procuratore, ha parlato a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, di Juve e non solo.

Vedrebbe realistico il ritorno di Conte alla Juventus?
"Io se fossi un dirigente della Juve, oggi continuerei barcamenandomi fino a fine anno con Allegri ma poi penserei subito a Conte, che non ha ancora rinnovato col Tottenham. Partirei già domani per farlo firmare. Lui ha il dna Juve, è lui che ha riportato quel dna bianconero che si era già smarrito dopo Calciopoli. Lo ha riportato lui e non Paratici o Marotta, o Agnelli. In quegli anni di Juve ha ricreato l'ambiente di una volta".

Cosa manca a questa Juventus?
"La Juve dalla prima partita non l'ho mai vista dominare dal punto di vista atletico ma anzi è stata sempre in difficoltà. Vedo giocatori fuori forma, vedi McKennie. Le responsabilità sono da condividere con tutti, ma non ci si può nascondere che anche oggi la squadra è stata fatta sotto consigli di Allegri".

Come valuta oggi il mercato del Milan?
"Il Milan lo scorso anno ha fatto qualcosa di straordinario, non mi sarei aspettato il finale e il titolo. Entrare per De Ketelaere in una squadra così già amalgamata non è mai semplice. In più il Milan non è che abbia fatto una campagna acquisti su nomi altisonanti ma su scommesse. E lo è De Ketelaere, che è un giocatore che ha grandi margini di miglioramento. Ora è con Pioli che è capace di far crescere i giovani. Non è facile integrarsi comunque in una squadra che va a mille".

Come mai Immobile non rende in Nazionale?
"Mi hanno sempre parlato bene dell'uomo, prima che del calciatore. Credo che neanche lui si dia una spiegazione. Certo magari il fatto di avere in Nazionale un gioco che non predilige i suoi movimenti può essere una parziale spiegazione".